Federazione Sindacati Indipendenti

Denuncia dei medici e Infermieri: “Lavoriamo in locali fatiscenti”

Benevento, Le segreterie provinciali dei sindacati hanno scritto, chiedendo una verifica, all’ispettorato del lavoro e ai vigili del fuoco per quanto attiene l’idoneità dei locali del Saut 118 di Benevento. A loro dire la postazione avrebbe evidenti criticità di carattere igienico e anche per quel che riguarda la sicurezza sul lavoro.

“I nuovi locali, consegnati agli operatori con nota prot. n. 95 del 3/04/2017 a firma del Responsabile della Centrale Operativa dott. Ciriaco Pedicini, sono situati al piano seminterrato della struttura annessa all’elisuperficie “S. Pio” di Via Delcogliano e presentano rilevanti criticità in materia di igiene e sicurezza sul lavoro.

Già una prima volta i medici 118 erano stati trasferiti dalla sede idonea di via Santa Colomba alla postazione malsana ubicata presso la Centrale Operativa del Rummo e soltanto a seguito delle denunce del Sindacato il Direttore Generale Picker era stato costretto a ripiegare in tutta fretta sulla sua decisione.

La vicenda è di particolare gravità se si considera che il Direttore Generale Picker consente per la seconda volta in meno di due mesi il trasferimento dei medici del 118 di Benevento presso sedi di lavoro che non possiedono i requisiti di conformità previsti dal D.Lgs 81/2008 come ben risulta anche in narrativa al “Protocollo di utilizzo” consegnato ai medici 118 dove si riporta testualmente che i locali “… sono liberi e idonei all’utilizzo…” sebbene l’Ufficio Tecnico non abbia ultimato i lavori “…al fine di rendere fruibili i locali…”. Su tali esercizi acrobatici della lingua italiana si dovrebbe fare chiarezza.

Con il trasferimento alla sede di Via Delcogliano, la ASL ripete gli stessi errori che, oltre ad abbassare i livelli di assistenza in danno ai cittadini, sono offensivi per il decoro dell’azienda nonché frustranti e lesivi della dignità dei medici.

Per quanto sopra esposto si chiede agli Spett.li Enti in indirizzo di procedere con ogni urgenza alla verifica e al controllo dei suddetti luoghi di lavoro che come riportato con maggior dettaglio nell’allegata relazione da intendersi qui integralmente riportata non risultano conformi ai requisiti di salute e sicurezza previsti dal D.Lgs. 81/2008”.
ottopagine.it