Federazione Sindacati Indipendenti

Foggia, un’altra tragedia sul lavoro: morto folgorato operaio

FOGGIA – Tragedia sul lavoro a Castelluccio dei Sauri, nel Foggiano, dove un operaio è morto folgorato. L’incidente intorno alle 18 nei pressi di una azienda in via Roma, all’ingresso del paese, dove una squadra di operai della Cma costruzioni meccaniche agroalimentari di Gravina in Puglia, stava effettuando alcuni lavori.

L’uomo – Michele Lopez, un 53enne di Gravina in Puglia (Bari) – è morto dopo aver urtato, durante una manovra con un mezzo meccanico, un cavo di media tensione. L’uomo, al contrario di quanto riferito in un primo momento, non era un dipendente di Enel Distribuzione. Immediato l’allarme lanciato dai colleghi, ma per l’operaio non c’è stato nulla da fare: è morto sul colpo. Necessario l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Deliceto per la bonifica del sito, dei tecnici dell’Enel per la messa in sicurezza della zona e degli ispettori dello Spesal, il Servizio per la prevenzione e la sicurezza ambienti di lavoro dell’Asl, per gli accertamenti. A ricostruire l’accaduto, invece, saranno i carabinieri.

Si tratta del secondo grave incidente sul lavoro avvenuto in provincia di Foggia nell’ultima settimana: lo scorso 3 maggio nel cantiere della linea Alta velocità/Alta capacità Bari-Napoli,
tra le località Giardinetto e Scalo di Bovino, ha perso la vita Gennaro Lettiero, 24enne di Caserta e residente a Frattamaggiore. L’operaio, dipendente di una ditta esterna, è morto schiacciato dopo essersi ribaltato, per uno spostamento carico, con il muletto che stava manovrando.

repubblica.it