Federazione Sindacati Indipendenti

In coma un tassista di 54 anni colpito da meningite: San Martino nel caos per gestire l’emergenza

Genova – I primi sintomi hanno cominciato a manifestarsi sabato notte: febbre alta, nausea, un fortissimo mal di testa. La situazione è poi precipitata il giorno seguente, fino al ricovero, nella notte tra domenica e lunedì e la diagnosi, arrivata nel pomeriggio di martedì: meningite da meningococco.

Il paziente è un tassista genovese di 54 anni, padre di due figli, adesso ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale Galliera. La situazione è grave, ma l’uomo sembra rispondere alla terapia. Ma è bufera su come è stata gestita l’emergenza del tassista. Perché l’uomo, arrivato in gravi condizioni al pronto soccorso dell’ospedale San Martino, è stato trasferito poi all’ospedale Galliera, quando i sospetti di una possibile meningite erano già quasi una certezza. E domani mattina si terrà, sul caso, un vertice urgente proprio al San Martino tra i neurologi, gli infettivologi, i responsabili del laboratorio analisi e la direzione sanitaria.

«L’uomo è giunto in pronto soccorso alle tre di notte. Le sue condizioni erano critiche ed è stato stabilizzato. Il trasferimento all’ospedale Galliera è stato deciso d’intesa con l’ospedale e i vertici Asl 3 informati dell’emergenza, perché il reparto al San Martino era quasi al completo, si è cercato un posto con maggior disponibilità», hanno spiegato dal San Martino.

Intanto la Asl 3 ha provveduto alla profilassi per le persone che vivono vicino al tassista: la moglie e i due figli. «Per quanto riguarda i colleghi dell’uomo e le persone che, eventualmente, ha accompagnato con il taxi nei giorni scorsi non esistono pericoli di contagio» sottolineano gli esperti.

Comunque, la Regione informa che è stata effettuata indagine epidemiologica che ha permesso di individuare i contatti stretti dell’uomo, che sono stati sottoposti a profilassi antibiotica così come il personale medico dell’ospedale Galliera a contatto con il paziente.

ilsecoloxix.it