Federazione Sindacati Indipendenti

Ricette dematerializzate. Cinque Regioni a regime a marzo

Salgono a cinque secondo quanto riporta Federfarma.it le Regioni in cui la dematerializzazione delle ricette Ssn è a regime, cioè ha varcato la soglia del 90% delle prescrizioni.

Sono Campania, Molise, Provincia autonoma di Trento, Veneto e ora anche la Sicilia, a cui per l’estate se ne potrebbero aggiungere altre due, Piemonte e Val d’Aosta, che sono per ora ll’88% di prescrizioni digitali.

Il bilancio della digitalizzazione emerge dall’ultima rilevazione di Promofarma, la società di servizi informatici di Federfarma: a marzo sono stati prodotti 42,3 milioni di ricette “paperless” su un totale di 51,2 milioni, l’82,67%. In testa alla classifica c’è sempre la Campania, dove le ricette digitali sono il 92,26% del totale, quindi il Molise a poco più di un punto percentuale e al terzo posto la Provincia di Trento, con il 90,73%.


Fonte: Promofarma

Rispetto alla rilevazione di novembre 2016, alcune Regioni aumentano in modo significativo la dematerializzazione. Prima tra tutte la Calabria, che aveva avviato il processo poco meno di un anno fa e in quattro mesi ha superato l’81%.

Bene anche il Piemonte, che supera l’88%, e la Basilicata, che sale dall’86% di novembre all’87,9% di marzo.

Incrementi più ridotti per buona parte delle altre Regioni, con Toscana, Friuli Venezia Giulia e Marche a chiudere il gruppo decisamente in ritardo (nelle Marche i dati sono addirittura in controtendenza, con un calo delle ricette paperless di quasi il 2,5% rispetto a novembre). Fuori classifica Bolzano, partita meno di un anno fa e cresciuta del 10% circa rispetto alla precedente rilevazione.

quotidianosanita.it