Federazione Sindacati Indipendenti

Oms, epidemia colera in Yemen ha superato mezzo milione casi

L’epidemia di colera in corso in Yemen ha superato i 500mila casi, con quasi duemila morti. Lo comunica l’Oms, l’Organizzazione mondiale della Sanità, secondo cui si scoprono 5mila nuovi contagiati al giorno.

Più del 99% delle persone colpite dalla malattia guarisce se ha accesso ai servizi sanitari di base, sottolinea l’Oms, ma gli scontri in corso nel Paese hanno portato al collasso le strutture sanitarie, con più di metà degli ospedali e degli ambulatori distrutti o impossibilitati a operare per mancanza di fondi. Circa 15 milioni di persone non hanno accesso ad acqua pulita e altri servizi di base, come la raccolta dei rifiuti.

“Gli operatori sanitari in Yemen stanno operando in condizioni impossibili – afferma Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Oms -. Migliaia di persone sono malate, ma non ci sono abbastanza ospedali, abbastanza medicine, abbastanza acqua pulita. Il popolo yemenita non può sopportare questa situazione ancora per molto, serve la pace per ricostruire le loro vite e il loro Paese”.

La diffusione del colera è rallentata in modo significativo in alcune aree rispetto ai livelli di picco, ma la malattia si sta ancora diffondendo rapidamente nei distretti colpiti di recente, che stanno registrando un alto numero di casi. L’epidemia di colera che ha colpito lo Yemen a fine aprile è attualmente la piu’ vasta al mondo, ricorda l’Oms. La patologia si è diffusa rapidamente a causa del peggioramento delle condizioni igienico-sanitarie e delle carenze della rete idrica. Milioni di persone non hanno accesso ad acqua pulita, e la raccolta dei rifiuti è cessata nelle principali città.

ansa.it