Federazione Sindacati Indipendenti

Carabinieri del Nas: 19mila controlli nelle strutture sanitarie, il 18% sono irregolari

Nel comparto farmaceutico-sanitario i Carabinieri del Nas hanno effettuato 18.967 verifiche, tra strutture sanitarie e socio-assistenziali pubbliche e private, aziende della filiera del farmaco, ditte di distribuzione e vendita di giocattoli, cosmetici e articoli vari. Di queste, informa un comunicato degli stessi Carabinieri del Nas tracciando un bilancio del 2017 «3.480 (circa il 18%) sono risultate non conformi alle normative vigenti».

Arrestate 133 persone «per reati contro la pubblica amministrazione quali corruzione, peculato, truffa al servizio sanitario, maltrattamenti ed altri illeciti penali gravi». Ulteriori 3.150 persone sono state denunciate alle competenti Autorità Giudiziarie e 1.862 segnalate alle Autorità Amministrative. Le irregolarità rilevate nel corso delle verifiche sono state 10.090, il 70% delle quali di rilevanza penale, con irrogazione di complessivi 3 milioni e 60 mila euro di sanzioni pecuniarie.

Nel complesso, le attività dei Carabinieri del Nas «hanno portato al sequestro o alla sospensione dell’attività di 169 strutture, quali ambulatori medici e dentistici, strutture ricettive per anziani, laboratori di analisi e aziende commerciali di prodotti ad uso sanitario e medicale, per un valore complessivo di oltre 121 milioni di euro».

Contestualmente sono stati individuati anche canali distributivi illeciti di sostanze farmaceutiche vietate o prive di autorizzazione al commercio, «operando il sequestro di 106mila confezioni di medicinali e oltre 98mila compresse, capsule e fiale di farmaci sfusi illegali e contraffatti, anche ad azione stupefacente, anabolizzante e dopante».

Nel campo della sicurezza alimentare, invece, nel 2017 i carabinieri dei Nas hanno eseguito 49.700 interventi presso aziende, strutture e obiettivi, dei quali 14.909 hanno evidenziato irregolarità amministrative o penali (pari al 30% dei controlli) che «si sono conclusi con l’arresto di 154 persone e la denuncia all’Autorità giudiziaria di altre 4.495».

Significativo il valore delle violazioni rilevate nel corso delle attività ispettive ed investigative: oltre 9.700 il numero dei reati contestati e 18.262 quello riferito alle sanzioni amministrative pecuniarie, per un valore di oltre 17 milioni di euro. Il 60% degli interventi complessivi ha interessato la sicurezza alimentare: 11.256 le aziende o società con criticità lievi o importanti.

sanita24.ilsole24ore.com