Federazione Sindacati Indipendenti

Gb, ha inciso le sue iniziali sui fegati di due pazienti: chirurgo lavorerà gratis

Dovrà lavorare per un anno gratuitamente e pagare una multa da 10.000 sterline il chirurgo inglese colpevole di aver inciso le sue iniziali sul fegato di almeno due pazienti – come una sorta d’infantile “Zorro delle sale operatorie” – durante due interventi di trapianto. Simon Bramhall, 53 anni, ha ammesso le sue “bravate” dinanzi a un giudice della Birmingham Crown Court: commesse entrambe nel 2013 quando lavorava presso il Queen Elizabeth Hospital di Birmingham.

Bramhall, che continua a esercitare da medico, attualmente in un ambulatorio del sistema sanitario nazionale (Nhs) dello Herefordshire, aveva lasciato traccia sugli organi impiantati “firmandoli” grazie a uno strumento chirurgico, il laser argon usato per arrestare le emorragie.

E l’avrebbe passata liscia se uno dei pazienti in questione non avesse dovuto ricorrere presto a un’ulteriore operazione e un collega non avesse notato quella sigla incisa sul fegato, “SB”, fotografandola con un telefonino. Un paziente, dopo aver accettato di testimoniare in tribunale coperto dall’anonimato, ha detto d’essersi sentito “violato”.

Il chirurgo davanti alla Corte si è giustificato affermando di “essere stressato”. “Le due operazioni erano state lunghe e difficili. Ammetto che era stanco e stressato e che questo può avere avuto un impatto sulla sua capacità di giudizio – ha dichiarato il giudice Paul Ferrer -. Ma la sua condotta deriva da una arroganza professionale di dimensioni tali da tradursi in un comportamento criminale”. “Ha abusato del suo potere e tradito la fiducia che questi pazienti avevano riposto in lei”, ha aggiunto il magistrato.

.tgcom24.mediaset.it