Federazione Sindacati Indipendenti

Somministrano vaccini scaduti: denunciati 2 medici

Due dottori che prestavano servizio all’Asl di Giffoni Sei Casali (un paese in provincia di #Salerno) hanno ricevuto una denuncia per aver somministrato un #vaccino scaduto ad un bambino di appena 8 mesi. Il vaccino iniettato era contro il meningococco di tipo B, ma era scaduto da novembre 2017. A rendersi conto del terribile errore dei medici sono stati i genitori del bambino che, dopo aver controllato la data apposta sul libretto della vaccinazione del bambino, si sono subito recati dai Carabinieri della Compagnia di Battipaglia per sporgere denuncia. [VIDEO]

I due medici denunciati
Una volta sporta la denuncia – fatta presso la Procura della Repubblica di Salerno – i membri dell’arma si sono subito preoccupati di procedere ad accurati controlli presso l’asl di Giffoni.

Dai molteplici controlli è risultato che non vi erano altre fiale di vaccini scaduti, di conseguenza i carabinieri hanno ipotizzato che questo fosse un caso isolato, e che non c’era da preoccuparsi nuovamente. [VIDEO] Per quanto riguarda la denuncia, sporta dai genitori del bambino, nei confronti dei due medici si è venuto a conoscenza che oltre al terribile errore uno dei due uomini non possedeva nemmeno una qualifica consona a quel tipo di mansione. I due uomini si trovano adesso con a carico una denuncia per somministrazione di farmaci scaduti, e non ci è noto sapere quali saranno le conseguenze che dovranno subire. Fortunatamente, nonostante lo spiacevole evento, il bambino che è stato vaccinato in maniera errata non ha subito brutte conseguenze: non sembra presenti alcuna problematica, anche se i genitori si trovano sempre in stato di allerta.

Non è il primo caso in Italia
Quanto accaduto non sembra essere una novità per il nostro paese. Infatti negli anni passati ci sono stati moltissimi casi di somministrazione di vaccini scaduti a vari pazienti italiani. Proprio nel 2010 vi era stato un caso analogo al Policlinico di Milano, dove erano stati fatti dei vaccini contro il meningococco con una data di scadenza precedente al giorno in cui erano stati somministrati. Quello di otto anni fa, fu un avvenimento davvero sconcertante: infatti un primario ed un dottore dell’ospedale milanese furono messi sotto processo e denunciati per aver somministrato volutamente dei vaccini evidentemente scaduti ai piccoli pazienti. Ci auguriamo di non leggere mai più di simili errori medici, poichè in questi casi sono i bambini a rischiare grosso per piccole sviste.

it.blastingnews.com