Federazione Sindacati Indipendenti

Presunte tangenti sanità, chiesto il rinvio a giudizio per l’ex dg Mariani

CREMONA – La procura di Cremona ha chiesto il rinvio a giudizio per Simona Mariani, fino al 2015 direttore generale dell’ospedale Maggiore, finita nell’inchiesta sulle presunte tangenti nella sanità lombarda. E’ il filone relativo all’acquisto dell’acceleratore lineare ‘Vero’ per il Maggiore.

Il 25 ottobre scorso, il gup di Milano, Alessandra Del Corvo, aveva accolto l’eccezione di incompetenza territoriale sollevata dall’avvocato Leonardo Cammarata e ordinato la trasmissione degli atti a Cremona. Riparte da qui, dall’udienza preliminare fissata dal gup Letizia Platè, il caso che vede l’ex dg Mariani accusata di ‘corruzione’ e ‘turbativa d’asta’ in relazione alla fornitura dell’acceleratore lineare per l’ospedale maggiore, finanziata dalla Regione con oltre otto milioni di euro nel 2010.

laprovinciacr.it