Federazione Sindacati Indipendenti

Agrigento, falsi infortuni per truffare l’Inail: in 29 a giudizio

Il gup di Agrigento Alessandra Vella ha rinviato a giudizio i 29 indagati del secondo filone dell’inchiesta “Demetra”, che ipotizza un giro di falsi infortuni sul lavoro messo in piedi, con la complicità di medici e faccendieri, per truffare l’Inail. Per alcuni episodi, commessi entro il 21 settembre 2010, è stata dichiarata la prescrizione.

L’indagine dei carabinieri, che il 28 giugno 2013 fece scattare sette arresti, ha già portato a tredici condanne
col rito abbreviato e a due patteggiamenti. Il secondo filone delle indagini è appena approdato in aula. Gli investigatori ipotizzano una truffa ai danni di Inps e Inail attraverso la creazione di false aziende che, sostiene l’accusa, esistevano solo sulla carta, con l’obiettivo di simulare infortuni per ottenere indennizzi, oppure di interrompere i finti rapporti di lavoro per incassare le indennità di disoccupazione o, comunque, usufruire dei contributi pensionistici.

palermo.repubblica.it