Federazione Sindacati Indipendenti

Inail, in itinere 50% incidenti donne

Roma – L’incidenza degli infortuni ‘in itinere’, avvenuti cioè nel tragitto di andata e ritorno tra la casa e il luogo di lavoro, per le donne continua a essere molto più elevata rispetto agli uomini. Lo rileva un’analisi condotta dall’Inail alla vigilia dell’8 marzo sui dati del 2016, in cui la maggiore rilevanza di questo tipo di infortuni per le lavoratrici rispetto ai lavoratori spicca sia in valore assoluto (50.738 denunce contro 47.475) sia in percentuale (22% contro 11,5%).

Il divario di genere, rileva l’analisi Inail, aumenta se si concentra l’attenzione sui casi mortali: tra le donne infatti più di un decesso su due (50,9%) è avvenuto in itinere, mentre tra gli uomini lo stesso rapporto è pari a circa uno su cinque (22,9%). Lo confermano anche i primi dati provvisori sulle denunce presentate nel 2017, pubblicati nella sezione Open data del sito Inail, che rilevano per le donne una quota di morti avvenute nel tragitto casa-lavoro pari al 53% del totale (54 su 102).

ANSA